Roma: undici arresti dopo l’amichevole Pescara-Roma dello scorso agosto

ROMA 06 Dicembre 2010 – Sono 11 gli Ultras della Roma arrestati questa notte dalla Digos della Questura di Roma, a conclusione dell’attività investigativa congiunta con la Digos della Questura di Pescara in relazione agli scontri tra le opposte tifoserie verificatisi in occasione della gara amichevole Pescara-Roma dell’8 agosto scorso.
Per loro l’accusa è violenza e resistenza a pubblico ufficiale in concorso, aggravata dalla circostanza che i fatti sono stati commessi da più di 5 persone armate e travisate.
Tutti sono stati perquisiti fino alle prime ore della mattina e sono ora agli arresti domiciliari.
L’esame delle immagini registrate dall’impianto di videosorveglianza dello stadio ed i filmati realizzati dalla Polizia Scientifica nell’immediatezza dei fatti hanno consentito di ricostruire le fasi degli scontri e di accertare le singole responsabilità.
Il primo contatto è avvenuto prima dell’inizio della gara, intorno alle ore 20,00, quando un gruppo di tifosi della Roma, non seguendo le indicazione della Questura di Pescara sui parcheggi scambiatori e sulle modalità di arrivo allo stadio, ha lasciato in sosta i veicoli in una delle aree frequentate dalla tifoseria locale, per poi dirigersi verso alcuni gruppi di supporters pescaresi armati di bastoni, cinghie e bottiglie.
L’immediato intervento delle forze dell’ordine ha evitato che il contatto potesse degenerare.
Un secondo episodio si è verificato invece intorno alle ore 23,00, dopo la fine dell’incontro, facendo registrare 3 feriti tra le tifoserie (tra cui 2 supporters del Pescara e 1 della Roma) e 5 tra le Forze dell’ordine.
Per alcuni arrestati sono stati contestati anche i reati di travisamento e possesso di oggetti atti ad offendere in occasione di manifestazioni sportive.
Confermata quindi la linea della tolleranza zero nei confronti di chiunque si renda autore di illeciti in occasione delle manifestazioni sportive.
La sinergia investigativa tra la Digos della Capitale e quella di Pescara ha consentito di
dare una risposta efficace anche in questa occasione.
L’attenzione e la determinazione delle Forze dell’ordine a contrastare gli illeciti anche in ambito calcistico rappresenta una priorità per garantire le migliori condizioni di vivibilità degli impianti e proseguire nella politica della disponibilità nei confronti dei veri tifosi che vivono gli stadi come momenti di spettacolo e di divertimento all’insegna della correttezza.

Posted by on 6 dicembre 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento