Roma: Natale sereno, 25.000 chiamate al 112 per il ponte dell’Immacolata

ROMA 09 Dicembre 2010 – Nonostante l’aria di festa, quelli del “ponte” dell’Immacolata sono stati giorni di superlavoro per i Carabinieri del “112”. Sono state 25.000 circa, infatti, le telefonate pervenute al numero di emergenza europeo, alle quali i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno risposto per dare aiuto e supporto, oltre che in italiano anche in lingua straniera, a chiunque ne avesse bisogno. Dietro alle centinaia di segnalazioni, laddove queste fossero fondate, sono scattati anche le relative richieste di Pronto Intervento, alle quali i Carabinieri si sono presentati puntualmente. Nella fattispecie, i militari del Nucleo Radiomobile sono dovuti intervenire due sere fa in un bar di piazza Pio XI, dove alcuni avventori avevano segnalato una persona ubriaca che stava arrecando fastidio. I Carabinieri, giunti sul posto, hanno pizzicato un cittadino cubano di 34 anni, in evidente stato di ebbrezza, che alla loro richiesta di seguirli all’esterno del locale per effettuare un controllo, si è ribellato scagliando calci e pugni. Lo straniero, ricondotto alla ragione, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.
Un altro straniero, questa volta un cittadino filippino di 54 anni, è stato denunciato per tentate lesioni, violenza privata, detenzione e possesso ingiustificato di armi. L’uomo si trovava nella sala “Bingo” di via Siponto quando, forse a causa di qualche bicchiere di troppo, ha acceso un’animata discussione con un addetto alla sicurezza del locale che gli richiedeva un minimo di compostezza. Il filippino, per tutta risposta, ha tirato fuori dalla tasca un coltello tentando di avventarsi contro il vigilantes, ma è stato bloccato dai Carabinieri nel frattempo intervenuti su segnalazione degli altri clienti.
Due romani di 43 e 44 anni, infine, sono stati controllati mentre si stavano aggirando tra le auto in sosta. Dalle loro tasche sono spuntate chiavi alterate ed un frangivetro, che sono stati sequestrati. Anche per loro è scatta la denuncia a piede libero.

Posted by on 9 dicembre 2010. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento