Allarme MetroB: arrivano le analisi del RIS, era materiale inerte la polvere nera

ROMA – Gli esami di laboratorio, eseguiti dai Carabinieri del RIS di Roma, hanno provato che la polvere nera contenuta nei due tubi metallici che costituivano il corpo principale del dispositivo sospetto, rinvenuto questa mattina nel convoglio della linea B della metropolitana, è materiale inerte.
Non c’è stato, dunque, nessun pericolo per i passeggeri delle linee metropolitane della Capitale dopo il rinvenimento del dispositivo sospetto che inizialmente aveva fatto pensare ad un ordigno. L’intervento della Squadra Artificieri dell’Arma dei Carabinieri, successivamente affiancati dalla quelli della Polizia di Stato, ha consentito di accertare tempestivamente la portata inoffensiva del manufatto il quale, ancorché ben confezionato, era privo di innesco ed è stato rinvenuto in una zona, quella della zona scambio, ben distante dalla fermata passeggeri.
Ciò nonostante, pur in assenza di un reale pericolo, a titolo cautelativo gli artificieri hanno proceduto alla progressiva bonifica delle stazioni delle linee A e B e dei convogli in transito, oltre a quella dei raccoglitori dei rifiuti. Al fine di velocizzare le operazioni e assicurare le condizioni di sicurezza per i passeggeri, è stato richiesto il supporto anche delle Guardie particolari giurate per un’ispezione visiva dei luoghi interessati, tesa alla verifica della presenza di ulteriori oggetti sospetti.
L’esito negativo dei controlli ha confermato la insussistenza di pericoli concreti e, quindi, la non necessità di evacuare le linee.

Posted by on 21 dicembre 2010. Filed under Magazine, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento