Immigrazione clandestina: Polizia scopre oltre 1500 falsi

POLIZIA SCOPRE ASSOCIAZIONE A DELINQUERE FINALIZZATA AL FAVOREGGIAMENTO DELL’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, RICETTAZIONE E POSSSESSO DI DOCUMENTI FALSI. 3 INDAGATI DI CUI 2 IN STATO DI FERMO. SEQUESTRATI OLTRE 1500 DOCUMENTI FALSI, DI CUI 600 PERMESSI DI SOGGIORNO IN BIANCO RUBATI E TIMBRI FALSI DI OLTRE 20 QUESTURE.

ROMA 23 Febbraio 2011 – Oltre 1500 documenti falsi, tra cui circa 600 permessi di soggiorno in bianco risultati rubati, carte di identità e timbri contraffatti riconducibili agli Uffici immigrazione di oltre 20 Questure, insieme a tutto l’occorrente per la stampa sono stati sequestrati dagli agenti della Questura di Roma nell’ambito di un’indagine congiunta della Squadra Mobile, dell’Ufficio Immigrazione e del Commissariato Colombo.

A finire nella rete degli indagati sono tre persone, di cui 2 stranieri e 1 italiano. Per  due stranieri, trovati in possesso dei documenti e dell’altro materiale contraffatto è scattato il fermo di indiziato di delitto.

L’indagine, coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica Maria Sabina Calabretta, ha condotto ai due immobili in zona Prenestino e Torbellamonaca, dove durante le perquisizioni sono stati trovati i documenti contraffatti destinati al “mercato dell’immigrazione clandestina“.

Posted by on 23 febbraio 2011. Filed under Multimedia, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento