Medaglia ai due carabinieri che salvarono la vita ad anziano colpito da infarto

di Antonella Serafini

ROMA 23 Febbraio 2011 – E’ già uscito dall’ospedale ed è in buone condizioni fisiche l’uomo che fu colto da infarto la scorsa settimana a Roma in via Fonteiana. La notizia vera non è questa, però. La notizia giornalistica è che quest’uomo, di 78 anni, proprio davanti alla stazione dei carabinieri si è accasciato privo di sensi, colto da infarto improvviso. Ora è vivo grazie al tempestivo intervento di due carabinieri che hanno saputo sfruttare i corsi di pronto intervento, praticando un massaggio cardiaco che ha riattivato la circolazione e la respirazione. Appena accortisi delle condizioni dell’uomo hanno prontamente chiamato l’ambulanza, ma senza massaggio cardiaco probabilmente ora non ci sarebbe stato nulla da festeggiare. E invece oggi, a festeggiare giustamente una vita salvata, c’era tutta la caserma della stazione gianicolense, di fronte a stampa e fotografi, pronti a immortalare la consegna di una medaglia celebrativa al maresciallo Agostino Pinca e all’appuntato Massimo Iovinella, emozionati per la premiazione, perchè poco abituati alle premiazioni. In fondo sono carabinieri, e le vite le salvano per lavoro. In maniera un po’ imprevista quando si impegnano anche come medici improvvisati. Alla cerimonia per la consegna della medaglia era presente il Comandante del Gruppo dei Carabinieri di Roma tenente colonnello Giuseppe La Gala. La medaglia è stata consegnata dal Presidente della Commissione Politiche Sociali e Famiglia di Roma Capitale Giordano Tredicine, che ha elogiato l’operato di questi due carabinieri manifestando l’apprezzamento sia a titolo personale che istituzionale.

Photo Gallery

Posted by on 23 febbraio 2011. Filed under Magazine, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento