Giovedi’ grasso al Quartiere Tiche

SIRACUSA 04 Marzo 2011 – Coriandoli, stelle filanti e musica sono stati questi gli ingredienti che hanno reso la sfilata di carnevale di ieri mattina una giornata ricca di  divertimento e felicità. Hanno aderito all’invito della Circoscrizione il VII I.C. “G.A. Costanzo” che ha sfilato dal viale Santa Panagia scegliendo come fiaba a cui ispirarsi “Alice nel paese delle meraviglie”. Così le insegnanti in accordo con i genitori hanno realizzato i costumi facendo vestire i bambini da tanti piccoli fiori, carte, e molte “Alice”. Altro istituto che ha partecipato è stato il X I.C. “E. Giaracà” che ha invaso le strade della Pizzuta ispirandosi al celebre scritto di Collodi “Pinocchio”. Ha aperto il loro corteo una balena scortata da piccoli gendarmi seguita da molti Pinocchio, fatine, gatti, volpi, mastro geppetto e altri personaggi. Complice della buona riuscita della manifestazione è stato anche il sole caldo che ha garantito la partecipazione numerosa dei bambini e delle loro famiglie.  Infatti, hanno partecipato oltre 700 alunni che hanno fatto diventare Piazza Cosenza, luogo del raduno di entrambe le scuole, un luogo ricco di colori dove sono state premiate le classi che hanno realizzato i vestiti più originali, divertenti e colorati.

«La Circoscrizione ha voluto organizzare per questo carnevale un momento con le scuole del quartiere indirizzando l’invito ai bambini che di questa festa sono i protagonisti. Vedere le strade di Tiche invase da tanti colori e dalla musica ha fatto gioire non solo i più piccoli ma tutti i residenti e i commercianti che hanno ben accolto l’iniziativa. Un ringraziamento speciale va fatto agli insegnanti che si sono spesi per far realizzare i costumi, al gruppo scoutistico SR7 che si è interessato dell’animazione, alla Polizia Municipale e ai volontari della protezione civile ROSS che hanno scortato in totale sicurezza i due cortei».

Posted by on 4 marzo 2011. Filed under News Locali, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento