Carabinieri liberano ostaggi: blitz nella capitale, quattro arresti

ROMA 11 Marzo 2011 – Nella mattinata di ieri i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno arrestato quattro persone in flagranza di reato di sequestro di persona a scopo di estorsione, lesioni personali e detenzione di arma da fuoco clandestina. L’operazione è stata condotta a seguito di alcune risultanze di indagine dalle quali era emerso come nei giorni scorsi, un gruppo di noti pregiudicati romani aveva sequestrato due uomini, un colombiano di 32 anni e un romano di 50 anni, al fine di indurli con violenza e minacce a restituire un’ingente somma di denaro [150 mila euro], asseritamente dovuta per motivi ancora da chiarire; i parenti dei due malcapitati erano stati contattati e minacciati affinché provvedessero a pagare una prima tranche di 30 mila euro in contanti per ottenere la liberazione dei due. Le immediate indagini sviluppate dai militari di via in Selci hanno consentito di localizzare e sottoporre a sorveglianza l’abitazione ove, da oltre 2 giorni, si riteneva potessero essere stati rinchiusi e trattenuti i due malcapitati [sita in via Maso Fininguerra – zona Anagnina]; è stata effettuata l’irruzione all’interno dell’immobile che ha portato alla liberazione degli ostaggi. Nel corso dell’intervento ci sono stati momenti di notevole tensione in quanto gli operanti hanno dovuto fronteggiare i citati malviventi, uno era armato di una pistola semiautomatica cal. 7,65, i quali sono stati prontamente immobilizzati e messi nella condizione di non nuocere. La pistola sequestrata è risultata clandestina ed era dotata di cinque colpi inseriti nel caricatore e altri 10 rinvenuti nelle tasche dei pantaloni dell’uomo che la deteneva. I due sequestrati si trovavano all’interno di una stanza appositamente allestita per la loro custodia e presentavano vistose ecchimosi al volto e su tutto il corpo causate dalle percosse subite nel corso del sequestro. Fortemente impauriti per il trattamento subito dai 4 carcerieri, i due uomini sono stati soccorsi e trasportati in ospedale per le cure del caso [uno dei due è stato ricoverato a seguito delle gravi lesioni agli occhi e al naso]. I quattro arrestati, G.C. 32enne, R.D.S. 42enne, A.D.S. 49enne e S.F. 34enne, tutti romani con numerosi precedenti di Polizia sono stati condotti presso il carcere di Regina Coeli. Gli arresti sono stati convalidati dal GIP presso il Tribunale di Roma, su richiesta della Procura della Repubblica di Roma – Direzione Distrettuale Antimafia. Sono incorso approfondimenti finalizzati a delineare la reale natura del sequestro che potrebbe essere maturato a seguito di debiti connessi con la gestione di attività illegali.

Posted by on 11 marzo 2011. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento