Afghanistan: cambio di guardia del contingente italiano. Si inaugura una scuola intitolata a Maria Grazia Cutuli

HERAT 04 Aprile 2011 – Cambio di guardia per il Contingente italiano. “È realistico ipotizzare la riconsegna di tutto l’Afghanistan agli Afgani entro il 2014”.

È quanto  ha dichiarato il Ministro della Difesa Ignazio La Russa in visita a Herat per l’avvicendamento tra gli alpini della Brigata “Julia” e i paracadutisti  della “Folgore”. Saranno, infatti, questi ultimi a garantire nei prossimi sei mesi la sicurezza nella parte ovest del Paese.
“Abbiamo compiuto progressi sul campo, ma c’è ancora molto da fare e sono possibili nuovi pericoli – ha detto il Ministro – ma è un lavoro ben fatto perché aiuta a tener lontano il terrorismo da casa nostra e, soprattutto, avvicina il momento in cui potremo riconsegnare l’intero Afghanistan al Governo legittimo”.
Alla cerimonia di avvicendamento erano presenti anche il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Gen. Biagio Abrate e il Gen. David Pretraeus, Comandante della missione ISAF della NATO in Afghanistan. Quest’ultimo ha ringraziato i militari italiani per l’ottimo lavoro svolto nel loro settore di competenza, aggiungendo che uno dei risultati tangibili di questo grande impegno è l’inclusione di Herat tra le sette municipalità che dal mese di luglio saranno formalmente riconsegnate alle Autorità afgane.
Il Ministro La Russa ha inoltre inaugurato, nel distretto di Injil, una scuola intitolata alla giornalista del Corriere della Sera Maria Grazia Cutuli, uccisa in Afghanistan il 19 novembre 2001. La scuola, ideata e finanziata, tra gli altri, dall’omonima fondazione, sorge nel villaggio di Cush Rod.

 

( www.difesa.it )

Posted by on 13 aprile 2011. Filed under Copertina, Esteri. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento