Noto giardino di pietra e della bellezza

A Noto, nei giorni 28 – 29 – 30 Aprile avrà luogo la Manifestazione

“Noto – Giardino della Bellezza”

, promossa dal Gruppo Art Project e dal Comune di Noto.

Fra i tanti riconoscimenti l’evento ha ricevuto il premio di rappresentanza del Presidente della Repubblica On. G. Napolitano.

Noto città della bellezza, Noto città incantata, Noto luogo di poesia, passione, visione. Noto e le sue

strade che sono come giardini in cui la pietra prende il posto degli alberi. L’idea centrale di questo

progetto è di investire sul concetto di giardino nell’accezione mitologica: il giardino inteso come “luogo”

mitico, che contiene verità differenti, che contiene piante d’Oriente e d’Occidente, il giardino inteso così

come lo definisce De Certeau, “carta del mondo”. Nel Barocco di Noto questo progetto è un invito al

pensiero totale, a vivere l’arte come chiave vitale, capace di aprire orizzonti nuovi attraverso la visione.

Un giardino di pietra come narrazione del mondo, in cui forme e segni divengono racconto, intreccio. Il

limite del giardinomondo

è allora quello colto per esempio nella poesia di Trakl, è figura del mutamento:

metafora centrale della curva barocca che rimanda ad altri possibili.

Non a caso gli artisti e gli intellettuali che interverranno, mostreranno e parleranno di cosa è per loro

la Bellezza nella contemporaneità e porranno l’esperienza della bellezza non solo al confronto con

l’estetica, ma alla prova del moderno, vale a dire del difforme e del disarmonico, anche con

l’imprescindibile condizione etica. Un progetto che pone fra le sue finalità la tutela del territorio e la

fruizione consapevole del patrimonio artistico e letterario, ed è rivolto principalmente alle giovani

generazioni.

La bellezza della città, così armoniosa da sembrare una finzione, la scena di un teatro, un giardino di

pietra, nasce da un fatto tragico: il terremoto del 1693, che in questa parte di Sicilia portò distruzione e

morte, ma, nel contempo, diede impulso alla ricostruzione. Nasce così l’attuale Città barocca, famosa in

tutto il mondo e inserita dall’UNESCO nella lista dei siti patrimonio Mondiale dell’Umanità. Dopo

anni di mirabile e specializzato restauro oggi Noto non è rappresentata soltanto dalla bellezza delle

decine di palazzi nobiliari e delle tantissime chiese barocche e della sua pietra ambrata ma è un esempio

di simbiosi tra beni culturali, paesaggio, ambiente e territorio…un luogo dove si “respira” Cultura, ma

dove tutto è basato sull’ ecosostenibilità

e sulla valorizzazione dell’ambiente.

Città teatromuseo aperta, oggi meta turistica che ne ha rilanciato l’immagine nel mondo, perché Noto, cittàconcetto,

trasmette una sensazione di sacralità.

” NOTO GIARDI NO DELLA BELLEZZA”

La prima giornata di giovedi 28 aprile, avrà come tema la poesia, intervengono i poeti Lisi,

Attanasio, Condorelli, Scandurra e nel pomeriggio Davide Rondoni con “Contro la letteratura” Il

Saggiatore, Vincenzo Sanfo, Presidente del Centro Italiano per le Arti e la Cultura, presenta un video

su Mario Schifano . Zhang Hongmei (Il giardino orientale) interviene con un’installazione che esprime

la raffinata intensità della bellezza orientale.

Durante i tre giorni di incontri, P aolo Torri realizzerà la scultura Opera in Corso, dedicata anch’essa al

barocco.

La seconda giornata è dedicata all’arte. Introduce il critico d’arte A nnamaria Orsini (Bellezza e

mito) e a seguire l’inaugurazione di mostre di artisti che interferiscono sul concetto del Giardino della

Bellezza. L’artista Marco Nereo Rotelli presso la chiesa dell’Annunziata aprirà con la sua opera di luce e

rappresenterà un cielo costellato di alfabeti, dal titolo I l Cielo degli alfabeti del mondo, simbologia e

magica espressione di universalità, realizzata con un telo sospeso all’interno della chiesa creando una

installazione leggera ed intensa. Riprendendo un’opera già presentata alla Rotonda della Besana di

Milano l’artista estende il concetto concependo un intarsio di lettere e simbologie barocche. A ciò si

aggiunge una serie di disegni di piccolo formato che saranno esposti in due bacheche dal titolo Lettere

perdute su un tipo di carta da lui stesso creata per un’installazione cartacea pensata come un viaggio

nelle parole che furono per la poetessa Mariannina Coffa. Lo stesso Rotelli curerà la proiezione di alcuni

video inediti dedicati ai grandi nomi della poesia italiana contemporanea: Fernanda P ivano, Edoardo

Sanguineti (con la lettura della poesia “Bellezze di una vita”) e Mario Luzi (con la lettura della poesia

“Venezia”).

Il critico d’arte Giuseppe Frazzetto (Bellezza dell’Arte) parlerà del Sublime Quotidiano leggendo e

commentando alcuni brani tratti dal suo libro Molte vite in multiversi. Si inaugura la mostra dell’artista

francese Michelle Odelin (Correspondence) che rende omaggio alle forme barocche di Noto.

L’artista Luisa Mazza (Luoghi della luce) espone in due sedi, le sue luminose installazioni inedite,

sempre in bilico fra un vuoto cosmico e la percezione di un altrove. La prima è frutto di una ricerca sui

luoghi della luce percepiti sia visivamente e sia come metafora della massima espressione

dell’interiorità;le sculture dell’altra installazione hanno sfere di vetro che fanno scorrere la luce

rimbalzando i raggi e le immagini rendendo la percezione visiva, falsata e non univoca. Intervengono

nella stessa giornata i poeti Loretto Rafanelli e Tiziano Broggiato.

La terza

giornata di sab 30 aprile, dedicata ai giovani, apre con la proiezione del meraviglioso film di

Felice Cappa su Gianni Rodari “Un sasso nello stagno”. Nella giornata mondiale del Libro la scrittrice

Lucrezia Lerro, con il suo ultimo libro “La bambina che disegnava cuori”, attraversa la condizione della

crescita, la scrittrice Francesca Gallo presenta il suo libro Kahuna e le parole di A ntonio Riccardi

dedicate all’amore, chiudono la sezione degli scrittori, con la presentazione del suo ultimo libro. Enzo

Rovella (Bellezza del colore) realizza con le sue texture pittoriche, una serie di cromatici giardini visionari

e A lfred Milot Mirashi propone “La leggerezza del colore”, la magia dei colori, sospensioni, materie che

sembrano angeli, perchè hanno le ali e volano.

Infine il chirurgo estetico Maria Teresa Baldini presenta il libro “DIETRO LA BELLEZZA” scritto a quattro

mani con WILLY PASINI (Mondadori) ed interviene con un seminario sul rapporto corpomente

e il

concetto di cambiamento del proprio corpo.

Nelle tre serate sono previsti inoltre la performance di Matteo Ferretti “Brain, energia intelligente”.

L’atto performativo proposto ha il compito di “ricordare” il grande potenziale che vi è nella connessione

tra uomo e natura. Tale campagna sarà attuata nelle strade della città “hand by hand”, o nelle zone

limitrofe all’evento, attraverso un’intensa azione di volantinaggio. La fase realizzativa di questa azione

consiste nella divulgazione del messaggio: “Make your own brain”, che incita ognuno di noi non solo a

fruire passivamente del concetto Brain, ma a partecipare attivamente attraverso un atto di “energia

intelligente” alla performance. Successivamente, il materiale video e fotografico raccolto dall’artista,

verrà inserito e condiviso in rete tramite il sito “brainthinkingenergy.com” dove i partecipanti e gli

interessati potranno trovare e scaricare l’application “Make your own brain”, inserendo foto ed immagini

riguardanti la loro partecipazione attiva alla performance e l’inaugurazione della mostra fotografica di

Marco Zanella (Storia di un evento) che ripercorre i momenti più significativi della manifestazione.

PARTECIPANO:

ARTE:

· Marco Nereo Rotelli (“Il cielo degli alfabeti del mondo” SCRITTURE

BAROCCHE)

· Luisa Mazza (LUOGHI DELLA LUCE)

· Enzo Rovella (BELLEZZA DEL COLORE)

· Zhang Hongmei (IL GIARDINO ORIENTALE)

· Matteo Ferretti (BRAIN, ENERGIA INTELLIGENTE)

· Paolo Torri (OPERA IN CORSO)

· Michelle Odelin (CORRESPONDENCE)

· Alfred Milot Mirashi (LA LEGGEREZZA DEL COLORE)

FI LOSOFI A E CRI TI CA D’ARTE:

· Giuseppe Frazzetto (BELLEZZA DELL’ARTE)

· Annamaria Orsini (BELLEZZA E MITO)

· Vincenzo Sanfo (PRESIDENTE CENTRO ITALIANO PER LE ARTI E LA CULTURA)

REGISTI

· Felice Cappa, Visione del film (UN SASSO NELLO STAGNO)

· Proiezione dei video su Fernanda Pivano, Mario Luzi, Edoardo Sanguineti (poesia BELLEZZA DI UNA VITA)

POESI A :

Tiziano Broggiato Davide Rondoni

Giuseppe Condorelli Angelo Scandurra

Paolo Lisi Loretto Rafanelli

Maria Attanasio Antonio Riccardi

LETTERATURA :

Francesca Gallo (KAHUNA ediz.

ANGOLO MANZONI)

Lucrezia Lerro ( LA BAMBINA CHE DISEGNAVA CUORI ediz. BOMPIANI)

Antonio Riccardi (Acquarama, Garzanti)

Davide Rondoni (“Contro la letteratura. Poeti e scrittori. Una strage quotidiana a scuola” il Saggiatore

ediz)

Giuseppe Frazzetto (Molte vite in multiversi, Nuovi media e arte quotidiana, ediz Mimesis)

Maria Teresa Baldini (Dietro la bellezza, Mondadori) con il FOTOGRAFO: Marco Zanella (“STORIA DI UN EVENTO” MOSTRA FOTOGRAFICA IN TEMPO REALE)

ENTI P ROMOTORI : COMUNE DI NOTO, ART PROJECT

COLLABORA ZI ONI : CUMO (Consorzio Universitario Mediterraneo Orientale), REGIONE SICILIA e Provincia Regionale di Siracusa

Patrocini: UNESCO CITTA’ E SITI UNESCO MINISTERO DELL’AMBIENTE E TUTELA DEL TERRITORIO

 

 

Posted by on 28 aprile 2011. Filed under Agenda, News Locali. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento