10 lustri nella storia di Noto: presentato nella citta’ barocca l’opera prima della giornalista Cetty Amenta

NOTO 01 Maggio 2011 – “Per finire di stirare c’e’ sempre tempo!”. Questi i pensieri di Emma nell’ultima pagina della sua storia che si snoda nell’arco di dieci lustri di storia netina, tra passione politica, affetti, e battaglie civili  nelle luci del barocco del vallo piu’ famoso d’Unesco.

Cetty Amenta, giornalista e insegnante di Noto, nella serata di ieri ha presentato alla città la sua autobiografica opera prima “Io ero contenta”, dove Emma, la protagonista, prende il lettore per mano portandolo con leggera pesantezza nel mondo tutto siciliano di difficili cambiamenti nonostante lo scorrere inesorabile del tempo.

L’ex convitto Ragusa ha visto la sala stracolma di attenzione puntata sugli interventi che si sono susseguiti durante la presentazione del libro: il sindaco uscente Corrado Valvo, l’avvocato Alessio Sallicano, pietra miliare della politica netina, della presidente della Fidapa Francesca Gallo, l’avvocato Rina Rossitto, prima assessore donna nella storia politica di Noto, Catena Marino, insegnante, che ha letto brani del libro, e la giornalista Cettina Raudino che ha moderato l’incontro.

 

Il ricordo di Angelo Amenta, insegnante e protagonista della politica netina,  padre di Cetty e socialista di grande umanità, progettualità e lungimiranza, ha campeggiato durante la presentazione del libro: ricordi che hanno affascinato la platea numerosa dentro un amarcord di grande attualità.

 

Dedicato al marito Roberto Nastasi, “Io ero contenta”, edito dall’autrice, è presente nelle maggiori librerie netine e della zona sud.

 

Di seguito il video della parte conclusiva dell’incontro.

 

Posted by on 1 maggio 2011. Filed under Magazine, Multimedia, News Locali, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento