Nella Prima Capitale d’Italia il XXI Raduno dell’Associazione Nazionale Carabinieri

TORINO 26 Giugno 2011 – Oggi a Torino, nell’importante e significativo scenario di Piazza Castello,  termina il XXI Raduno dell’Associazione Nazionale Carabinieri che ha avuto inizio il 24 giugno con la consueta sfilata dei radunisti per le vie del centro del capoluogo piemontese alla presenza del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Leonardo Gallitelli, del Presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri Libero Lo Sardo e di altre autorità civili, militari e religiose.

L’evento assume quest’anno un particolare significato perché, in occasione della ricorrenza dei 150 anni dell’Unità d’Italia, si svolgerà nella prima Capitale d’Italia.

Tre giorni nei quali i soci con familiari, provenienti dalle 1.673 Sezioni dislocate sul territorio nazionale nonché dalle 28 sedi estere, “invaderanno” festosamente Torino, una città che suscita sempre tante emozioni nei Carabinieri in quanto lì l’Arma è stata fondata nel 1814, mentre nel 1888 è stata istituita la prima Sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

Fitti gli impegni per i partecipanti, che vanno dagli incontri istituzionali, alla deposizione di corone presso monumenti ai Caduti, tra cui il Monumento Nazionale al Carabiniere. Inoltre sono previsti concerti della Fanfara della Legione Allievi Carabinieri di Roma, esibizioni dei cinofili delle Unità di Protezione Civile dell’A.N.C., il Carosello Storico presso il “Centro Internazionale del Cavallo” di Druento e la sfilata del 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo, nonché l’inaugurazione delle mostre dei cimeli storici dell’Arma, di “Attimi di Risorgimento” e di mezzi e tecnologie dell’organizzazione di Protezione Civile dell’A.N.C..

Nel tardo pomeriggio di ieri, si è svolto il Carosello Storico dei Carabinieri nel Centro Internazionale del Cavallo – La Venaria Reale, con sede nella storica Cascina Rubbianetta del Parco Regionale La Mandria, che per l’occasione ha allestito, per i bambini presenti, l’Area Ludico Didattica destinata all’attività di avvicinamento al pony, sotto la guida dei tecnici e degli operatori equestri del nuovo “Polo didattico sul Cavallo”.

La nuova installazione del Polo Didattico si inserisce nell’attività più ampia del Centro volta a promuovere il cavallo in tutti gli ambiti possibili, da quello didattico a quello culturale, con particolare attenzione ai bambini, da quello sociale a quello formativo, da quello medico-veterinario, da quello ludico motorio a quello sportivo, tenendo sempre alta l’attenzione sul benessere dell’animale nel rispetto delle sue esigenze etologiche e nella sua accezione più ampia anche attraverso programmi di ricerca, in collaborazione sia con le Università degli Studi, con le Istituzioni preposte e con prestigiosi Enti nazionali ed internazionali.

Il Centro del Cavallo intende costituire un polo di riferimento a livello nazionale ed internazionale per tutte le attività e gli enti equestri ed in uno spirito di sinergia con il territorio è capace inoltre di accogliere le esigenze delle altre realtà equestri, sia in termini di ricettività, potendo vantare impianti d’eccellenza, sia in termini di diffusione di una corretta cultura equestre.


Posted by on 26 giugno 2011. Filed under Agenda, Copertina, Magazine. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento