Ricordato l’ispettore Tufilli: il Questore depone una corona d’alloro sulla lapide

ROMA 26 Giugno 2011 – Il 22 giugno 1996, in una violenta sparatoria, è stato ucciso l’Ispettore Superiore della Polizia di Stato Carlo Tufilli.

Nella mattinata di mercoledì 22 giugno, il Questore Francesco Tagliente ha deposto, a nome del Capo della Polizia Prefetto Antonio Manganelli,  una corona di alloro sulla lapide posta all’interno del Commissariato di P.S. Porta Maggiore, dove l’Ispettore prestava servizio.

Quel 22 giugno del 1996 l’Ispettore Superiore Tufilli, libero dal servizio, stava facendo rientro a casa a bordo del treno Roma-Pantano.

Durante il viaggio, si accorse che due uomini armati di pistola avevano appena rapinato una ragazza strappandole la catenina che aveva al collo.

Per non mettere in pericolo l’incolumità degli altri passeggeri, Tufilli decise di intervenire all’arrivo del treno alla prima stazione utile.

Sceso per primo dal treno, affrontò i due rapinatori intimando loro di arrendersi ma i malviventi risposero aprendo il fuoco,

Nella breve, ma violenta, sparatoria l’Ispettore Tufilli  perse la vita così come uno dei due rapinatori.

Il secondo malvivente  fu tratto in arresto dalla Squadra Mobile il giorno seguente.

Il Questore nel corso della cerimonia ha ricordato insieme alla moglie e al figlio  il coraggio e l’abnegazione dell’Ispettore Tufilli che sacrificando la propria vita,  continua ogni giorno ad alimentare e mantenere in vita gli stessi valori dello Stato.

Alla cerimonia hanno partecipato anche i colleghi dell’Ispettore che hanno ricordato con grande affetto l’amico-collega ricordando la motivazione e la passione con cui svolgeva ogni giorno il  suo lavoro.

 

Posted by on 26 giugno 2011. Filed under Agenda, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento