Accordo di collaborazione tra il DIS e l’Universita’ La Sapienza

ROMA 21 Luglio 2011 – Il Direttore generale del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, prefetto Giovanni De Gennaro, e il Magnifico Rettore di dell’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma, professor Luigi Frati, hanno siglato il 7 luglio scorso un accordo-quadro per la realizzazione di attività di ricerca e formazione nei settori di comune interesse.

L’intesa – la prima realizzata dal DIS nell’ambito delle attività di promozione della cultura della sicurezza – prevede la possibilità di svolgere in maniera integrata e coordinata un’ampia gamma di iniziative: per quanto riguarda la ricerca, la collaborazione tra il DIS e “La Sapienza” si concretizzerà in studi e ricerche su progetti specifici, nella partecipazione congiunta a programmi di ricerca nazionali e internazionali e nell’organizzazione di conferenze e dibattiti.

Per quanto riguarda, invece, le attività didattiche, si prevede che “La Sapienza” – in collaborazione con la Scuola di formazione del DIS, alla quale sono affidati la formazione e l’aggiornamento professionale di tutto il personale dei Servizi di informazione – possa istituire corsi di laurea, master e dottorati di ricerca.

Si realizzerà in tal modo un arricchimento dell’offerta formativa rivolto a quanti sono interessati alle attività concernenti le informazioni per la sicurezza, sia in ambito pubblico che privato.L’accordo ha durata triennale e può essere rinnovato; una Commissione paritetica ne curerà l’attuazione e formulerà proposte per la realizzazione delle diverse iniziative.

Il progetto di collaborazione ha un carattere spiccatamente interdisciplinare – potrà infatti spaziare su un’area di materie assai vasta, dall’informatica alle scienze giuridiche, dall’analisi economico-finanziaria alla geopolitica – in considerazione delle molteplici esigenze cui è chiamata a rispondere la moderna intelligence, esigenze puntualmente evidenziate dalla disposizione della riforma del 2007 che ha affidato ai Servizi la raccolta di informazioni per la protezione degli interessi politici, militari, economici, scientifici e industriali del nostro Paese.

L’efficace svolgimento di questa impegnativa missione e, in definitiva, lo stesso successo della riforma, dipendono in larga misura dalla disponibilità di risorse umane all’altezza dei nuovi compiti e, più in generale, dalla diffusione di una nuova cultura della sicurezza nell’attuale e nella futura classe dirigente.

Questo obiettivo può essere conseguito, in via prioritaria, attraverso una collaborazione continua, strutturata e trasparente tra i Servizi di informazione e le Istituzioni universitarie, che alimenti ed orienti sia le attività di ricerca che quelle didattiche, consentendo una proficua osmosi di conoscenze.

L’accordo tra il DIS e “La Sapienza” rappresenta un primo, importante passo in questa direzione.

 

Posted by on 21 luglio 2011. Filed under Magazine, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento