Inaugurata la nuova sede dell’Ufficio Immigrazione di Civitavecchia

CIVITAVECCHIA 29 Novembre 2011 – E’ iniziata alle 11.00 con il taglio del nastro tricolore la cerimonia di inaugurazione dei nuovi locali adibiti alla sede distaccata dell’Ufficio Immigrazione presso il Commissariato di Civitavecchia della Questura di Roma.

A tagliare il nastro alla presenza del Questore di Roma Francesco Tagliente è stato il Dirigente del Commissariato Giovanni Lucchesi.

Da oggi il Commissariato avrà a disposizione nuovi ambienti per i servizi al pubblico finalizzati alla trattazione delle pratiche dei cittadini stranieri interessati alla regolarizzazione della loro posizione sul territorio nazionale.

Alla cerimonia hanno partecipato il Procuratore Capo della Repubblica Giorgio Amendola, il Sindaco Gianni Moscherini, l’On. Pietro Tidei, i rappresentanti dell’Enel ing. Roberto Renon e Calogero Sanfilippo, il Presidente dell’Autorità Portuale Pasqualino Monti, il dirigente dell’Ufficio Immigrazione della Questura Maurizio Improta, nonché i rappresentanti locali delle altre Forze di Polizia.

Nell’ambito degli stessi Uffici proseguirà poi l’attività finalizzata al contrasto dell’immigrazione clandestina anche con controlli a campione sui soggetti già in possesso di titoli per il soggiorno.

I nuovi locali rappresentano, come sottolineato dal Questore nel corso della cerimonia, ancora un ulteriore tassello del mosaico del partenariato che rappresenta l’asse portante del progetto varato dalla Questura di Roma nell’agosto 2010 e finalizzato ad elevare gli standard della sicurezza dei cittadini e  degli operatori economici, nonché dei servizi al pubblico erogati dagli Uffici di Polizia nell’ambito di tutta la provincia di Roma.

La sezione distaccata dell’Ufficio Immigrazione presso il Commissariato di Civitavecchia assicura l’attività di specifica competenza con un’utenza che abbraccia ben 9 Comuni, tra cui, in particolare,  Ladispoli e Bracciano, che si caratterizzano per una significativa presenza di cittadini stranieri.

Sul fronte dei servizi al pubblico per la regolarizzazione dei cittadini in possesso dei requisiti previsti dalle leggi vigenti, vengono rilasciati in media 140 permessi di soggiorno alla settimana, mentre sono circa 20 le persone che durante gli orari di apertura al pubblico vengono ricevuti per la trattazione delle relative istanze.

Sotto il profilo dell’immigrazione clandestina, solo nell’ultimo mese sono circa 100 le persone denunciate per la violazione della normativa sull’immigrazione, mentre per 3 cittadini extracomunitari è scattato l’arresto in quanto colpiti da misure restrittiva.

Nel corso degli ultimi 6 mesi sono stati identificati oltre 600 cittadini stranieri di origine comunitaria ed extracomunitaria, fermati nell’ambito dei servizi ordinari di controllo del territorio ordinario, nonché delle operazioni anticrimine cd. ad “alto impatto”, attuate periodicamente sul territorio dei 9 Comuni.

L’azione decentrata si inserisce nella più ampia attività dell’Ufficio Immigrazione centrale di Via Patini, presso il quale dall’inizio dell’anno Sono stati accompagnati per riscontri di polizia circa 10.000 i cittadini stranieri di nazionalità extracomunitaria e comunitaria fermati dagli agenti delle Divisioni e dei 49 Commissariati della Questura di Roma,  impegnati nei controlli di prevenzione e contrasto delle diverse forme di illegalità, .  In particolare, Commissariati, Volanti, Squadra Mobile, insieme con gli altri Uffici coinvolti nei diversi dispositivi di controllo, hanno messo in condizione l’Ufficio Immigrazione di procedere alla verifica della posizione dei singoli con il risultato finale di circa 5600 provvedimenti di espulsione ed allontanamento dal territorio nazionale per la violazione della normativa sul soggiorno.

Sotto il profilo invece della accessibilità al soggiorno sul territorio nazionale l’Ufficio Immigrazione ha assicurato l’adozione di oltre 115.000 permessi di soggiorno tra rilasci e rinnovi degli stessi titoli. Dai dati emerge una significativa prevalenza sul territorio delle comunità filippine e cinesi.

Posted by on 29 novembre 2011. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento