Premio di Giornalismo Internazionale ”Capitano Massimo Ficuciello”.

ROMA 27 Novembre 2012 – Si è svolta nel pomeriggio di oggi la cerimonia di consegna del Premio di Giornalismo Internazionale “Capitano Massimo Ficuciello” – 6° Master in Giornalismo Internazionale.

Quest’anno il riconoscimento è stato assegnato al Tenente Colonnello Roberto Lanni, impiegato nel settore della Pubblica Informazione, distintosi particolarmente durante lo svolgimento dei propri compiti istituzionali nei vari teatri operativi.

Il Premio di Giornalismo Internazionale – intitolato al Capitano Ficucello, Caduto nell’attentato alla Base militare italiana “Maestrale” di Nassiriya (Iraq), mentre prestava servizio in qualità di Ufficiale della Cellula Pubblica Informazione – è stato assegnato da una giuria composta da rappresentanti del mondo dell’informazione.

Nell’occasione è stato, inoltre, assegnato il “Premio Ficuciello alla memoria” al Maggiore Roberto Federico Lozzi, già portavoce del Comandante di UNIFIL in Libano, recentemente scomparso.

Alla cerimonia sono intervenuti il Gen. Biagio Abrate, Capo di Stato Maggiore della Difesa, il Gen. B. Massimo Fogari, Capo Ufficio Pubblica Informazione di SMD, il Direttore Generale della radio televisione di San Marino, Carlo Romeo, il Generale di Brigata in riserva della Guardia di Finanza, Umberto Rapetto ed il Redattore del sito “Amici delle Forze Armate”, Gianni Marini. Ha moderato il dibattito il Dott. Nicola Pedde, Direttore di IGS.

Sono stati, inoltre, consegnati i diplomi ai frequentatori del 6° Master in Giornalismo Internazionale, programma didattico organizzato in sinergia tra l’Institute for Global Studies (IGS), il Centro Studi Americani di Roma e lo Stato Maggiore della Difesa (SMD) che, attraverso un percorso annuale teorico e pratico, ha lo scopo di formare giornalisti destinati ad operare in aree di crisi.

Posted by on 27 novembre 2012. Filed under Agenda, Magazine, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento