Una delibera per i Maro’, amministratori in rivolta: siciliano il comune capofila

ROSOLINI (SR) 07 Febbraio 2014 – La  Giunta Comunale presieduta dal Sindaco Corrado Calvo, su proposta dell’assessore alla cultura Salvo Latino, in  data 5 febbraio c.m. ha adottato l’atto deliberativo n. 23 relativo all’atto di indirizzo politico con l’espresso invito rivolto al Governo Italiano, ai Ministeri degli Esteri di tutti  i dell’UE, alla Commissione Europea, al Parlamento europeo, al Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d’America, alle Nazioni Unite ad esperire un’azione congiunta nei confronti dell’India, finalizzata all’attivazione dell’Arbitrato obbligatorio, ai sensi della Convenzione ONU sul Diritto del Mare, per la soluzione della controversia nella quale sono coinvolti i fucilieri di Marina (Salvatore Girone e Massimiliano Latorre) e all’immediata liberazione e ritorno in Italia dei due militari italiani.

Da sottolineare che  di questa importante iniziativa istituzionale  il Comune di Rosolini è l’Ente promotore, come, tiene a precisare S.E. l’Ambasciatore Giulio Terzi in una nota  stampa con la quale, nell’estendere l’invito ad altri Comuni in tutta Italia ad aderire all’iniziativa e fare propria la Delibera adottata del Comune di Rosolini afferma:

“La vicenda dei nostri Fucilieri di Marina continua a venire seguita con grande preoccupazione dall’opinione pubblica: vi è il convincimento sempre piu’ diffuso in Parlamento, nel mondo dell’informazione, dell’associazionismo, dell’Università e degli esperti di politica estera che la questione dei nostri due Militari sia di interesse nazionale, e ciò a prescindere dall’eventuale conferma o meno dell’imputazione in base alle leggi antiterrorismo che prevedono la pena di morte, opzione che non voglio neppure prendere in considerazione. La questione – come in molti stiamo sostenendo da oltre 1 anno – deve essere sostenuta in sede internazionale con molta maggior decisione, avviando con grande urgenza la procedura di Arbitrato prevista dalla Convenzione ONU sul Diritto del Mare. La novità è che una città siciliana – il Comune di Rosolini – grazie alla speciale sensibilità della Sua Giunta e dei Suoi Amministratori, ha preso l’eccellente iniziativa che segnalo con questa email, e che molto rapidamente si sta diffondendo: approvata nella giornata di ieri, la Delibera di Indirizzo della Giunta di Rosolini, che impegna il Governo Nazionale e le Istituzioni sovranazionali, sta avendo una eco significativa, dal momento che in sole poche ore già trenta altri Comuni hanno avviato le pratiche per approvare un analogo Documento, con una eco crescente anche sui Social Media. L’iniziativa mi sembra un’indicativa ed eloquente prova – semmai ve ne fosse stata necessità – della sensibilità e dell’attenzione con la quale milioni di italiani seguono la “questione Maro'” e la gestione da parte del nostro Paese di questa controversia con l’India. Sembra così confermarsi un dato significativo: ampi strati della società italiana hanno acquisito consapevolezza che la vicenda non è per nulla secondaria nella definizione della nostra politica estera. Grazie per quanto potrete fare per diffondere questa importante notizia”.

La Delibera è scaricabile al seguente link:

http://www.comune.rosolini.sr.it/images/deliberamaro.pdf 

Posted by on 7 febbraio 2014. Filed under Magazine, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento