Operazione Atalanta: nave Espero svolge attività di Local Maritime Capacity Building con la polizia di Bosasso

Il 19 aprile 2017, la fregata Espero, nell’ambito dell’ Operazione Antipirateria Atalanta, ha organizzato e svolto, nelle acque antistanti il porto di Bosasso, una serie di esercitazioni a favore di dieci rappresentanti della Polizia del porto.

L’attività addestrativa ha avuto inizio a bordo dell’Unità con una spiegazione teorica dei tre principali temi oggetto dell’addestramento per poi passare ad una fase pratica.

In particolare, il personale somalo ha ricevuto un briefing sulle modalità e sugli elementi necessari per riconoscere un’ imbarcazione intenta a commettere atti di pirateria, nozioni di primo soccorso, e  metodi per mettere a mare e manovrare in sicurezza i mezzi minori.

Le attività di local maritime capacity building assumono un’importanza notevole in quanto permettono di rafforzare il rapporto di cooperazione e fiducia tra le Unità della Task force antipirateria e le forze marittime locali e si inquadra nelle attività di Local Maritime Capacity Building, con lo scopo di fornire ai paesi del Corno d’Africa le conoscenze per contrastare autonomamente il fenomeno della pirateria.

L’operazione Atalanta è stata istituita dall’Unione Europea nel 2008 con lo scopo di garantire sicurezza ai vitali traffici marittimi e agli equipaggi delle navi mercantili in transito nell’area del Corno d’Africa e Oceano Indiano.

Inoltre, tra i compiti assegnati alla forza navale, rientrano anche quelli di scorta ai mercantili del World Food Programme (WFP) e il supporto, la formazione e l’addestramento delle marine dei Paesi rivieraschi dell’area, per il raggiungimento di una piena capacità marittima idonea a garantire la libera navigazione nei propri mari.

 

 

(fonte: www.difesa.it)

Posted by on 22 Aprile 2017. Filed under Missioni Internazionali. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.