La Brigata “Pinerolo” in partenza impegni internazionali

Bari, 18 maggio 2018 – Si è svolta oggi, nella caserma “Briescese” di Bari,  sede del Reggimento Logistico “Pinerolo”, la cerimonia di saluto alla Brigata “Pinerolo”, unità dell’Esercito Italiano che, dal prossimo mese di giugno, sarà impiegata con i propri reparti in diverse operazioni all’estero, nell’ambito degli accordi internazionali ai quali l’Italia aderisce.

La cerimonia si è svolta alla presenza del Generale di Divisione Fabio Polli, Comandante della Divisione “Acqui” e al Governatore delle Regione Puglia, Dottor Michele Emiliano, e alle più alte cariche civili, religiose e militari della Regione Puglia che hanno voluto testimoniare ancora una volta agli uomini e alle donne della “Pinerolo” il forte legame tra i cittadini e l’Esercito Italiano.

La “Pinerolo” assumerà nuovamente il comando del Train Advise Command (TAAC-WEST) nella regione ovest dell’Afghanistan nell’ambito della missione a guida NATO Resolute Support Mission (RSM), incentrata sull’addestramento, consulenza e assistenza in favore delle Forze Armate e delle istituzioni afghane. Durante lo scorso mandato alla Grande Unità è stata conferita, per la prima volta a una Brigata Italiana, dal Comando Supremo delle Forze Alleate in Europa (SHAPE), che ha la sua sede a Mons in Belgio, una importante onorificenza la “Allied Command Operations Campaign Pennat” con la motivazione “per l’impegno profuso e per gli eccellenti risultati ottenuti nel consolidare e implementare il nuovo concetto operativo, non più incentrato sulla funzione da combattimento, ma basato essenzialmente sul supporto e sull’addestramento delle Forze Armate afghane e per i successi raccolti nel campo della cooperazione civile militare”.

La “Pinerolo” sarà impegnata, oltre che in Afghanistan, anche in Iraq e in Lettonia, schierando simultaneamente i propri reparti:

  • alla guida della Task Force “Praesidium”, a protezione della diga di Mosul in Iraq e del personale impegnato nelle operazioni di manutenzione dell’infrastruttura. La diga, di rilievo strategico per l’Iraq, è vitale per l’approvvigionamento idrico di centinaia di migliaia di persone che abitano nelle regioni circostanti; il suo cedimento metterebbe in grave pericolo la vita di molti abitanti e comprometterebbe lo sviluppo e l’economia di tutta l’area causando un grave danno ambientale;
  • mentre in Lettonia, dove il Contingente dell’Esercito Italiano è schierato nell’ambito dell’Operazione “Enhanced Forward Presence” sotto l’egida della NATO. L’impiego di personale dell’Esercito Italiano nell’ambito di questa Operazione è stato sancito dopo che l’Italia, a seguito del Vertice di Varsavia del luglio 2016, ha offerto il proprio contributo all’iniziativa della NATO di schierare, nei Paesi Baltici (Estonia, Lettonia e Lituania) e in Polonia, quattro Battle Group (unità a livello Battaglione) rispettivamente sotto il comando britannico, canadese, tedesco e statunitense.

Per la “Pinerolo” si tratta dell’ennesimo impiego internazionale che si affianca alle operazioni in atto sul territorio nazionale tra cui il supporto alle Forze dell’ordine in numerose città italiane.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Posted by on 18 maggio 2018. Filed under Copertina, Missioni Internazionali. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.