Soldati d’Italia: la presentazione al Festival del Cinema di Roma

Sei documentari da circa 50 minuti ciascuno più un best of di 60 minuti, per raccontare l’impegno dei militari italiani nel mondo.

Questo è “Soldati d’Italia” – viaggio nella missioni militari internazionali – il docufilm realizzato da Rai Italia grazie alla collaborazione del Ministero della Difesa, presentato questa mattina al Festival del Cinema di Roma.

Alla presentazione sono intervenuti il Comandante del Comando Operativo di Vertice Interforze, Ammiraglio di Squadra Giuseppe Cavo Dragone, il Presidente della Rai, Marcello Foa, il Direttore di Rai Italia, Marco Giudici e l’autore, Andrea Salvadore.

A spiegare il significato dell’iniziativa, il Direttore di Rai Italia: “Buona parte della reputazione positiva di cui gode il Paese al di fuori dei propri confini è dovuta all’impegno dei nostri militari in missioni internazionali. Un lavoro spesso portato all’attenzione del grande pubblico sull’onda delle breaking news. Questo lavoro vuole invece colmare una lacuna, testimoniando il perché ci sono migliaia di soldati italiani in terre ferite del mondo e cosa accade nella vita quotidiana delle missioni internazionali, collegate istituzionalmente alle nostre Ambasciate”.

Ad entrare nel dettaglio del docufilm – che sarà trasmesso dalla Rai a partire dal 3 novembre  – l’autore Andrea Salvadore: “È stato un viaggio lungo oltre sei mesi con l’obiettivo di restituirci un’Italia nel mondo inedita. Una fotografia di cui andare orgogliosi”.

Un racconto sul campo dei soldati italiani “nostra carta di identità nel mondo” ha detto l’autore che nel docufilm propone una “narrazione nuova di chi ha scelto di indossare la divisa delle Forze Armate italiane”.

Ciascun episodio è monografico e racconta le missioni di Kosovo, Libano, Afghanistan, Iraq , Kuwait e Gibuti.

Attualmente l’Italia è impegnata in 40 missioni di cui 38 internazionali in 24 Paesi. Sono circa 7.000 gli uomini e le donne delle Forze Armate impegnati in operazioni internazionali, oltre 7.200 in quelle nazionali.

 

 

Courtesy Ministero della Difesa



Posted by on 24 ottobre 2018. Filed under News. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.