UNSMIL condanna attacco di al Fuqaha, in Libia

Tripoli, 29 ottobre 2018 – La Missione di sostegno delle Nazioni Unite in Libia (UNSMIL) ha condannato fermamente l’attacco mortale ad Al-Fuqaha, una città nel centro della Libia nella regione di Al-Jufra, in quello che le autorità locali dicono essere un brutale atto di vendetta condotto dall’ISIL. L’attacco della domenica ha provocato la morte di quattro civili – due dei quali sono stati giustiziati in pubblico e almeno nove rapiti.

La Missione esprime le sue condoglianze alle famiglie delle vittime e chiede l’immediata liberazione dei rapiti e il loro ritorno sicuro alle loro famiglie. Ricorda alle parti in conflitto il loro obbligo di proteggere i civili e li invita a cessare immediatamente di colpire civili e oggetti civili in conformità con il Diritto Internazionale Umanitario.

L’UNSMIL è profondamente preoccupata per la sempre più fragile situazione della sicurezza nella Libia centrale e invita i libici a mettere da parte le loro divergenze ea collaborare per sconfiggere la minaccia terroristica che mette in pericolo la stabilità e la sicurezza del loro paese.

L’area di Al-Fuqaha nella municipalità di Jufra è stata attaccata da un gruppo di militanti dell’ISIS domenica scorsa.
“Membri dell’ISIS hanno attaccato la stazione di polizia e sequestrato diversi poliziotti, hanno anche ucciso altre quattro persone, tra cui il figlio del capo del ramo municipale di Al-Fuqaha”, ha rivelato il Consiglio comunale di Jufra su Facebook.
Il Consiglio ha chiarito che gli aggressori hanno ritirato a bordo 25 veicoli armati, che hanno usato nell’attacco per circa due ore, aggiungendo che gli aggressori hanno terrorizzato i civili e bruciato diverse case, hanno anche preso un certo numero di giovani dalla città e ucciso altri .
Il comune di Jufra ha dichiarato un tre giorni di lutto per l’attacco, affermando che le situazioni all’interno di Fuqaha sono diventate catastrofiche a causa dell’attacco.
Nonostante la sconfitta dell’ISIS a Sirte nel dicembre 2016 da parte delle forze di Al-Bunyan Al-Marsous, sono stati segnalati movimenti sospetti di elementi ISIS in diverse aree a sud di Sirte, incluse località vicino ai pozzi petroliferi di Jufra e nelle montagne di Al-Haruj , oltre alle zone di montagna nelle vicinanze della città di Bani Walid.

Posted by on 29 ottobre 2018. Filed under Copertina, Libia. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.