Maltempo, il Presidente Conte in Sicilia

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, è stato in Sicilia per monitorare le emergenze causate dal maltempo degli ultimi giorni. Giunto a Palermo, ha sorvolato in elicottero le aree colpite, successivamente si è recato al Policlinico del capoluogo siciliano per incontrare i famigliari delle vittime di Casteldaccia. Nella sede della Prefettura ha partecipato a una riunione operativa e in seguito ha tenuto un punto stampa.
Il Presidente Conte rimane in costante contatto con il Dipartimento della Protezione Civile per avere aggiornamenti sulla situazione nelle altre aree del Paese.

 

«È da settimane che la nostra Penisola è martoriata da eventi meteorologici particolarmente violenti. Prima la Calabria, la Sicilia e la Sardegna, poi dal 27 ottobre il Veneto, il Friuli Venezia Giulia, le province di Trento e Bolzano, nonché la Liguria e il basso Lazio. Il vento e le intense precipitazioni hanno causato vittime e ingenti danni. Già nei giorni scorsi il bilancio era tragico: 17 persone decedute, tantissime famiglie evacuate, interi territori distrutti – scrive Il Presidente del Consiglio in un post di Facebook – le precipitazioni delle ultime ore soprattutto in Sicilia incrementano il tragico bilancio: 12 nuovi decessi e un disperso in provincia di Palermo e nell’agrigentino».

«Dobbiamo ringraziare il pronto intervento del servizio di protezione civile e l’intera macchina dei soccorsi per avere soccorso la popolazione e avere garantito interventi di ripristino delle infrastrutture danneggiate per consentire la ripresa, quanto più rapida, delle normali condizioni di vita.

«In questi giorni mi sono mantenuto sempre in costante contatto con il Capo del Dipartimento Protezione Civile per avere un aggiornamento continuativo. Dopo avere firmato i provvedimenti necessari a gestire l’emergenza, mi accingo a convocare il Consiglio dei Ministri, la prossima settimana, per deliberare lo stato di emergenza.
Con la deliberazione dello stato di emergenza il Governo disporrà lo stanziamento delle prime risorse e adotterà gli interventi necessari a superare l’emergenza.

«Il mio commosso pensiero va alle vittime di queste sciagure e ai loro familiari. E ancora una volta rinnovo la vicinanza a tutte le popolazioni colpite ed esprimo il mio personale ringraziamento alle donne e agli uomini del Servizio nazionale della Protezione civile che sono intervenuti e ancora stanno intervenendo per prestare soccorso.

«Questa mattina sono in Sicilia: sto effettuando un sopralluogo nel palermitano e nell’agrigentino. Nei prossimi giorni sarò al Nord: porterò di persona la deliberazione sullo stato di emergenza, non appena l’avremo adotta in Consiglio dei Ministri».

 

Attivo il numero solidale 45500

Per sostenere le popolazioni colpite dal maltempo, è attivo da oggi il numero solidale 45500. L’iniziativa, promossa dal Dipartimento della Protezione Civile su richiesta dei territori colpiti dal maltempo dei giorni scorsi, permette di donare due euro inviando un sms solidale o effettuando una chiamata da rete fissa.

 

 

Posted by on 4 novembre 2018. Filed under News Locali. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.