Sport e disabilità: la Difesa al Festival della cultura paralimpica

Il Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, ha presenziato al Festival della cultura paralimpica. Evento organizzato dal Comitato Italiano Paralimpico per promuovere il tema “sport e disabilità”.

“I nostri uomini e le nostre donne in uniforme che hanno trovato la forza, nonostante le difficoltà, di servire il Paese in un altro modo sono non solo l’orgoglio della Difesa, ma di tutto il Paese ed io voglio ringraziarli”.

Così il Ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, questa mattina al Festival della Cultura Paralimpica. Evento organizzato alla Stazione Tiburtina di Roma dal Comitato Italiano Paralimpico (Cip) che ha preso il via martedì 20 novembre e si conclude oggi.

Ad accogliere il Ministro, il Presidente del Cip, Luca Pancalli, che nel suo intervento ha spiegato la finalità dell’iniziativa: “Con questo festival il Comitato paralimpico vuole dare speranza a tante famiglie di ragazzi con disabilità, facendo tappa in una stazione, scendendo tra la gente”.

All’iniziativa – quattro giorni dedicati al tema ‘sport e disabilità’ con dibattiti, mostre, film, libri, storytelling, spettacoli – hanno preso parte anche atleti militari del Gruppo Sportivo Paralimpico della Difesa (GSPD).

Il Caporal Maggiore Scelto, Monica Contrafatto – uno dei testimonial della manifestazione – ha parlato della sua storia personale di militare e di sportivo paralimpico.

Il Tenente Colonello Gianfranco Paglia, Medaglia d’Oro al Valor Militare, e il Tenente Colonello Marco Iannuzzi hanno invece presentato il GSPD e commentato la partecipazione ai recenti Invictus Games di Sidney, attraverso la proiezione di filmati e fotografie.

Il GSPD è stato costituito il 22 dicembre 2014 per favorire, attraverso lo sport, il recupero psico-fisico dei nostri militari che, operando in Patria o al di fuori dei confini nazionali, hanno contratto lesioni o malattie invalidanti e permanenti nell’adempimento del proprio dovere. Lo sport costituisce una preziosa opportunità per continuare a condurre uno stile di vita attivo e per favorire l’integrazione e lo spirito di corpo.

Ad ascoltare, una platea composta da circa 250 studenti provenienti da Istituti Superiori di Roma, Bologna, Firenze e Napoli. Presenti anche alcuni atleti paralimpici.

 

 

Courtesy Ministero della Difesa

 

 

Posted by on 23 Novembre 2018. Filed under Sport/Turismo. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.