LIVELLI OCCUPAZIONALI A SIRACUSA

Lavoro: interrogazione per la tutela dei livelli occupazionali in provincia di Siracusa.

Palermo, 27 febbraio 2009 – “E’ stata presentata dal vice presidente della Commissione parlamentare Affari Istituzionali on. Vincenzo Vinciullo, all’Assemblea regionale siciliana una interrogazione al Presidente della Regione per chiedere quali iniziative si intendono attuare “A tutela dei livelli occupazionali in Provincia di Siracusa”.
“La Telecom Italia, – scrive l’on. Vincenzo Vinciullo – nell’ottica di ridimensionamento dei propri call center, ha deciso di chiudere i propri uffici di Siracusa, trasferendo di fatto i 40 lavoratori nella sede di Ragusa”.
Continua, da parte di Aziende pubbliche e private – afferma Vincenzo Vinciullo – il depauperamento di posti di lavoro nella Provincia di Siracusa, come se la stessa sia la fonte principale di tutti i mali dell’economia nazionale. Ferrovie dello Stato, Sicilgas, Pirelli, Banca d’Italia Banco di Sicilia e decine di altre aziende, con un vero e proprio stillicidio, hanno chiuso o stanno per chiudere i propri uffici o cantieri, dando di fatto un’ulteriore stangata sul già precario e deficitario livello occupazionale della Provincia”.
“La Provincia di Siracusa – ribadisce l’on. Vincenzo Vinciullo – non può più tollerare ulteriori ridimensionamenti dei propri livelli occupazionali, in considerazione anche del fatto che i governi nazionali e regionali che si sono avvicendati negli anni hanno considerato Siracusa solo come luogo dove impiantare agglomerati industriali che, di fatto, hanno portato morte e distruzione ambientale.”
“In considerazione di tutto questo – conclude l’on. Vincenzo Vinciullo – chiedo che vengano adottate iniziative sia a livello regionale, nazionale e nei confronti delle aziende pubbliche e private, per salvaguardare ciò che resta dei livelli occupazionali in Provincia di Siracusa.”