Goletta Verde

Mare pulito in balia del cemento: Preoccupano i risultati alle foci dei fiumi
Legambiente: “Necessari interventi immediati per difendere le coste”

Legambiente Goletta Verde Mare pulito in provincia di Ragusa. Preoccupano i risultati emersi sulle foci dei fiumi Modica e Irminio, decisamente oltre i limiti di legge. Ma anche nel ragusano, è l’abusivismo selvaggio la vera piaga da combattere.
Goletta Verde, la storica campagna estiva di Legambiente, realizzata con il contributo di Vodafone Italia e Italgest Mare, e la collaborazione del Ministero dell’Ambiente e tutela del territorio e del mare, punta i riflettori sui mali e sulle virtù delle coste italiane, a caccia di inquinamento, abusivismo edilizio e casi di illegalità, ma anche di buone pratiche e casi di eccellenza nella gestione del patrimonio ambientale italiano.
La situazione delle acque di balneazione lungo le coste della provincia di Ragusa è stata presentata la mattina del 7 luglio in conferenza stampa a bordo della Goletta Verde, ormeggiata al porto Grande di Pozzallo alla presenza di Tiziano Granata, Ufficio Ambiente e Legalità Legambiente Sicilia; Claudio Conti, presidente Legambiente Ragusa; Nuccia Fontana, presidente Legambiente Vittoria; Antonino Duchi, responsabile Legambiente Ragusa; Emanuele Sulsenti, sindaco di Pozzallo; Nicola Corona, portavoce di Goletta Verde; Ferruccio Grassia, Tenente di Vascello Capitaneria di Porto di Pozzallo.
I tecnici del laboratorio mobile di Goletta Verde oltre ad analizzare i parametri previsti dalla normativa in vigore, il Dpr 470/82, misurano gli Escherichia Coli, batteri che vivono esclusivamente nell’intestino umano che danno una dimensione molto precisa del carico antropico e che sono il nuovo parametro di riferimento della direttiva europea 2006/7/CE che gli Stati membri dovranno recepire entro l’anno.

Il viaggio di Goletta Verde sulle acque siciliane, conferma anche nella provincia di Ragusa un dato emerso in tutte le province già monitorate: il problema delle coste e del mare siciliano non è l’inquinamento batterico delle acque di balneazione, ma l’ abusivismo e la facilità con la quale vengono rilasciate concessioni per costruzioni edilizie: a Scicli ben 27 le abitazioni abusive sequestrate. Un caso su tutti, sempre nel ragusano, è il basamento di cemento ancora in piedi a Ispica, in località Ciriga. Secondo quanto segnalato dal rapporto annuale di Legambiente, Mare Monstrum 2008, realizzato in collaborazione con le forze dell’ordine, erano stati autorizzati lavori di manutenzione straordinaria per un rudere, ma in realtà si stava per costruire un appartamento vista mare: l’autore dell’abuso è Raffaele Lombardo, neo governatore della Regione Sicilia.

“Siamo felici per i risultati positivi fatti registrare dalle analisi di Goletta Verde – dichiarano Claudio Conti, presidente Legambiente Ragusa e Nuccia Fontana, presidente Legambiente Vittoria – ma non possiamo che essere rammaricati per quello che sta accadendo sulle coste ragusane. Il nostro mare e il nostro litorale meritano rispetto, non possiamo permettere che vengano abusati e distrutti da interventi scriteriati e con scarsa attenzione per la tutela e la valorizzazione di aree ad altissimo valore ambientale.
Legambiente, in occasione del passaggio di Goletta Verde, chiede alle amministrazioni che vengano bloccati questi scempi e vuole sensibilizzare sulla necessità di valutare con maggiore attenzione il rilascio per concessioni di edificabilità. Bisogna sconfiggere l’idea per cui il territorio per essere valorizzato debba essere abusato e distrutto. Visti i risultati fatti registrare alle foci dei fiumi, chiediamo inoltre che vengano effettuate maggiori verifiche sugli impianti di depurazione, per evitare di mettere a rischio lo stato di salute delle zone interessate”

Sulla questione interviene anche Tiziano Granata, responsabile Ufficio Ambiente e Legalità Legambiente Sicilia che dichiara: “Legambiente auspica che il Governatore Sicilia, Raffaele Lombardo dimostri la sua attenzione verso l’ambiente con un forte segnale di legalità per la Sicilia: demolire l’ abuso edilizio. L’impegno che chiediamo al Presidente della regione è anche quello di non permettere che nuovi condoni edilizi in Sicilia possano sanare situazioni come questa. Goletta Verde il prossimo anno ritornerà nel ragusano per verificare l’avvenuta demolizione”.

“I buoni risultati fatti registrare per le acque di balneazione – dichiara Nicola Corona, portavoce di Goletta Verde – non devono essere motivo di distensione per le amministrazioni comunali, non solo perché si tratta di un’istantanea che può risentire positivamente del carico antropico ancora ridotto e delle forti correnti marine che facilitano il ricambio d’acqua, ma soprattutto per ciò che accade nel territorio circostante. Goletta Verde, infatti, non è solo un campagna di monitoraggio sulle acque di balneazione, ma anche lotta agli abusi che distruggono il territorio. E’ proprio in questa direzione che la provincia di Ragusa deve fare di più. Non possiamo accettare che con troppa negligenza vengano tralasciate attività di salvaguardia per un patrimonio di inestimabile valore. Come Legambiente ci auspichiamo che le amministrazioni accolgano positivamente il messaggio lanciato da Goletta Verde e continuino a difendere il mare con un occhio di riguardo per le coste.”

Quattro i punti campionati in provincia di Ragusa, comprese le foci dei fiumi Irminio e Modica: buono la stato di salute delle acque di balneazione di Marina di Ragusa e Pozzallo, preoccupano invece i risultati emersi sulle foci dei fiumi che presentano valori decisamente oltre i limiti consentiti dalla legge e in particolare preoccupa la foce del fiume Irminio che fa parte di una riserva naturale orientata.

Le campagne a bordo di Goletta Verde

Goletta Verde del Mediterraneo – Profondo Blu Per un mare di pace, parchi e cooperazione
Per il quinto anno Goletta Verde naviga anche in acque internazionali insieme a Profondo Blu, il progetto realizzato con il contributo del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Istria, Croazia, Albania, Grecia, Malta, Corsica: questi i paesi toccati da Goletta Verde del Mediterraneo che concluderà il suo viaggio a Barcellona, in occasione del IV Congresso Mondiale per la conservazione della natura (5-14 ottobre). Mare Nostrum: crocevia d’acqua che sappia unire popoli e paesi nella salvaguardia dell’ambiente.

ZoomMARE – Il bello e il brutto del mare e delle coste italiane
È il concorso fotografico a bordo di Goletta Verde, indetto da Legambiente e Panasonic. Partecipare è semplice e online: basta inviare due foto, due scatti che sappiano esaltare con creatività lo sviluppo sostenibile e denunciare i casi di degrado del nostro ecosistema costiero. Regolamento e premi su www.legambiente.eu/zoommare

EcomarEtona
È una corsa a tappe, a iscrizione libera, organizzata da Ecoevents e Goletta Verde, che seguirà il tour ambientalista lungo la costa tirrenica. Più di 1.000 km e 76 tappe per coniugare lo sport con l’ambiente, per raccogliere testimonianze dalla costa, mettendo in luce e documentando i fattori di degrado e le eccellenze del nostro patrimonio costiero. www.ecomaretona.it

SEAPASS
È un progetto transfrontaliero che incoraggia la tutela degli ecosistemi marini e costieri promuovendo una nautica da diporto sostenibile nel Mediterraneo. Prevede infatti l’installazione a Patrasso (Grecia) e Otranto (Italia) di campi di ormeggi che hanno un basso impatto sui fondali e che grazie a sistemi telematici sono in grado di regolamentare il traffico marittimo.
Il progetto è promosso dalla Regione Puglia in collaborazione con l’ADEP di Patrasso, il Comune di Otranto e il CoNiSMa e finanziato dal Programma di Iniziativa Comunitaria Interreg IIIA Italia-Grecia 2000-2006

Bandiere nere ai pirati del mare
Amministrazioni, politici, imprenditori, società private che si sono contraddistinti per attacchi o danni all’ambiente marino e costiero: Goletta Verde vuole smascherare i pirati del mare consegnando pubblicamente le bandiere nere e rivendicando il rispetto dei vincoli ambientali e paesaggistici.

Guida Blu
Le spiagge e le località più belle d’Italia, gli itinerari costieri più suggestivi, le strutture ricettive ecologiche segnalate da Legambiente Turismo (www.legambienteturismo.it): questo e tanto altro nella guida di Legambiente e Touring Club Italiano, piena di consigli per trascorrere un’estate all’insegna dell’ambiente.

Le 5 vele vengono assegnate ogni anno da Legambiente alle località più belle che hanno saputo sviluppare una corretta gestione del territorio e un turismo attento alla tutela dell’ambiente. Ecco le località premiate con le 5 vele 2008: Isola del Giglio (Gr); Pollica Acciaroli e Pioppi (Sa); Cinque Terre (Sp); Capalbio (Gr); Nardò (Le); Castiglion della Pescaia (Gr); Domus de Maria (Ca); Isola di Salina (Me); Baunei (Og); Posada (Nu).

Alien
Non è un film di fantascienza ma una campagna di monitoraggio della diffusione delle specie aliene nel Mediterraneo, realizzata da Legambiente e Icram, rivolta ai subacquei per l’identificazione e segnalazione di organismi sconosciuti.

Countdown 2010
È l’iniziativa della IUCN (The World Conservation Union) per arrestare la perdita di biodiversità entro il 2010, sostenuta attivamente da Legambiente. Goletta Verde del Mediterraneo concluderà il tour a Barcellona proprio in occasione del IV Congresso Mondiale per la conservazione della natura, dal 5 al 14 ottobre 2008.

Campagna per la solidarietà
Nell’anno europeo per il dialogo interculturale sale a bordo di Goletta Verde un progetto solidale per favorire l’integrazione sociale e lavorativa dei rifugiati e titolari di protezione sussidiaria del Centro di accoglienza e integrazione Enea del Comune di Roma e del Ministero dell’Interno.

Li voglio vivi
Li voglio vivi compie dieci anni e nel corso del tempo la campagna realizzata da Legambiente con il contributo del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha posto all’attenzione del grande pubblico e delle scuole l’affascinante mondo del mare e delle coste italiane; partendo dalla storia naturale degli organismi che lo popolano e dalla descrizione dell’ambiente fisico, della dinamica e del funzionamento degli ecosistemi marino-costieri, analizza le minacce che ne mettono in pericolo la sopravvivenza e gli scenari futuri che il cambiamento climatico prospetta al nostro mare. Per il suo compleanno Li voglio vivi diventa un libro.

LeMilleDop
A bordo di Goletta Verde si parlerà anche di prodotti tipici con il progetto di Legambiente LeMilleDop, nato per aumentare il numero di produzioni tipiche e spiegare lo stretto legame tra esistenza di prodotti tipici, sopravvivenza animale e biodiversità. È un’attività a sostegno di Countdown 2010. www.lemilledop.it

TONNO ROSSO Non lo cancelliamo!
Stop alla pesca selvaggia. Sì alla corretta gestione della risorsa.
Negli ultimi anni la pesca al tonno rosso (Thunnus thynnus) ha subito un incremento notevole nel bacino del Mediterraneo, determinando uno sfruttamento eccessivo dello stock. Per questo Legambiente e l’associazione ambientalista spagnola Ecologistas en Acciòn hanno lanciato un appello per chiedere regole più severe per la pesca.

Vodafone e Goletta Verde: i servizi per il tuo mare
Per il decimo anno Vodafone sale a bordo di Goletta Verde per sensibilizzare l’opinione pubblica rendendo disponibili, attraverso i servizi Vodafone, i risultati del monitoraggio degli 8.000 Km di costa e dei mari italiani. E non solo!
VIA SMS. Per ricevere informazioni sullo stato di salute del mare e delle spiagge del nostro paese basta inviare un SMS indicando il nome della località balneare preferita al numero 340 4399439.
VIA SMS o MMS. Per segnalare situazioni di particolare criticità ambientale basta scrivere un testo SMS o inviare un’immagine MMS con la descrizione della zona fotografata al numero 340 4399439.
VIA WEB. Su www.golettaverde.vodafone.it puoi seguire con la tecnologia Google MAP in tempo reale il percorso di Goletta Verde e conoscere tutti i punti di prelievo delle acque di balneazione analizzate dai biologi di Legambiente.
Tutte le informazioni sono disponibili anche su www.vodafone.it

Ormeggio pulito
Attraccare la barca in punti non idonei può provocare danni irreparabili a fondali e praterie sottomarine di grande valore. Goletta Verde e Italgest mare, promuovono l’ormeggio eco-sostenibile nelle aree marine protette e in aree di pregio ambientale, con particolare attenzione alla diffusione di comportamenti consapevoli e responsabili nel settore della nautica da diporto.

COREPLA
Anche quest’anno Goletta Verde stringe l’alleanza con COREPLA, il Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio e il Recupero dei Rifiuti di Imballaggi in Plastica, per incentivare la raccolta differenziata…anche in vacanza! Per scoprire le mille e una risorsa della plastica riciclata visita www.corepla.it

Nau!!
Per il secondo anno sale a bordo di Goletta Verde anche Nau!, la prima catena di ottica monomarca che commercializza occhiali da sole in plastica riciclata. Avere due occhi di riguardo per l’ambiente è possibile!

Sponsor tecnici di Goletta Verde 2008 Corepla, Nau..! Novamont, Panasonic, Rigoni Asiago

Radio ufficiale, radio RDS
Media partners La Nuova Ecologia

I tecnici di Goletta Verde viaggiano a metano su vetture Fiat e veicoli Fiat Professional Natural Power