IBI FAIR

Una mostra per amico…. new media & much others

Ibi Fair Arrivo a Salgu, la land di IBI FAIR dove ci sta il progetto Leonardo da Vinci – una enorme costruzione moderna sui toni dell’azzurro e del grigio che fa da location ad una serie di mostre, esposizioni, e convegni – ed e’ la domenica sera d’inizio campionato (il football va forte anche su Second Life).
Alistar Snook lo incontro nel suo ufficio dove per arrivare si utilizza un teletrasporto che sembra uscito dall’Enterprise di Star Trek… una volta azionato smaterializza il tuo avatar per ricomporlo solo sul luogo dell’arrivo!
Alistar Snook
Alistar Snook, al secolo Marco Moscotto, e’ uno studente della facoltà di Informatica dell’Università Statale di Milano che su Second Life ha iniziato a svolgere la sua tesi di laurea e dove ha messo a punto un progetto con la IBI Group per la realizzazione di una serie di esposizioni tra le quali quella sui media italiani, dal 22 al 28 Ottobre.
«Inizialmente volevo fare una tesi sul mondo delle tv – racconta Alistar – dato che sono appassionato di televisione telefilm etc e iniziavo a vedere nuove metodologie di fare tv attraverso il web. La mia intenzione però era di far conoscere il mio lavoro non solo ad un numero ristretto di professori ma condividere la mia esperienza e il mio sapere. Da li è partita l’idea di utilizzare Second Life come un nuovo modo di fare e-learning. Si sente parlare di web 2.0 e con Second Life penso che se non siamo a un livello di 3.0 per lo meno a un 2.5… 🙂 ».
«Se pensi che si possono tenere argomentazioni importanti e non, mentre tante persone che abitano a migliaia di chilometri possono essere lì con te e confrontarsi, ritengo SL il miglior modo per comunicare e migliorare vari aspetti della RL (la vita reale: acronimo per real life, ndr.)».
«Con SL si possono ad esempio creare prototipi di edifici prima di portarli nella vita reale e tra l’altro il progetto di tv è sull’isola di Vulcano dove c’è un mio ufficio, dove farò un video più avanti, e dove incontrerò le persone delle land per tenere poi conferenze sull’argomento».
« Nel rapporto con l’Università innanzitutto devo menzionare il prof. Gianni Degli Antoni perché è grazie a lui se sono qua e mi sto facendo conoscere e si pensa proprio alla realizazione di una tesi. Proprio qua in SL, nell’isola accanto a Vulcano c’è una zona adibita per l’Università Statale di Milano e dove altri colleghi stanno lavorando o hanno lavorato: infatti l’università è in SL con alcune persone che lavorano separate ai propri progetti».
E la IBI?
«E’ stato un incontro casuale. Un giorno leggo un annuncio su un forum di SL e vedo che la IBI Group, di Enry Chevalier, Cristian Vidor, e Cheros Zeffirelli, aveva questo terreno e lo affidava, o comunque ci lavorava con chi proponeva un’idea interessante. Cosi’ io ho proposto l’idea e l’hanno accolta con molto interesse».
L’idea è quella di dare dello spazio a chi esercita una professione importante in Second Life nei vari campi, dalle radio ai magazine, all’arte, abbigliamento e quant’altro e, una volta al mese, dare l’opportunità con un tema definito dagli organizzatori a delle persone di pubblicizzarsi anche attraverso espositori.
E la real life di Alistar Snook?
«Per quanto riguarda la RL la laurea è la cosa più importante: sto anche portando avanti questo discorso di e-learning e soprattutto non mi dispiacerebbe fare i soldi (euro!!) in SL…».
Salutiamo Alistar che sta per andarsi a cambiare per la partita…
Anche in SL il calcio ed i suoi campionati hanno largo spazio nella vita degli italiani 🙂

(a.c.)